Maria SS. del Rifugio

Descrizione

Descrizione

Il Convento di San Bernardino si trova a Sinalunga, presso Siena. Il complesso fu eretto nel 1449 ed è sede dei Frati minori di San Francesco. La chiesa ha una facciata a bozze regolari in pietra, che nel corso del 1900 ha subito diversi rimaneggiamenti. Il porticato esterno, semplice ma ricco di armonia, ha delle colonne ottagonali in mattoni che terminano in capitelli ionici in pietra. L’interno ha un’unica navata arricchita da decorativi stucchi risalenti al Settecento, periodo che coincide con il restauro del Convento.

Vi sono tre cappelle laterali, ciascuna con una statua lignea policroma sopra l’altare raffigurante il dedicatario: la prima a destra è dedicata al Sacro Cuore di Gesù ed è l’unica a pianta rettangolare; in corrispondenza della seconda campata, vi sono due cappelle semicircolari, dedicate rispettivamente a San Francesco d’Assisi (a destra) e all’Immacolata (a sinistra); in ciascuna delle pareti laterali delle due campate intermedie si apre un confessionale. La quinta campata corrisponde al presbiterio, rialzato di alcuni gradini, che ospita l’altare maggiore in marmi policromi, sormontato da un Crocifisso ligneo; nella retrostante abside, a pianta rettangolare, trova luogo il coro in legno intagliato.

Sulla cantoria posta a ridosso della parete di fondo dell’abside, in posizione soprastante il coro ligneo, si trova l’organo a canne, costruito nel 1927 dai Fratelli Aletti.

Cappella della Madonna del Rifugio

Dirimpetto alla cappella del Sacro Cuore, sulla parete sinistra della prima campata della navata si apre un arco che costituisce l’accesso alla cappella della Madonna del Rifugio, ricostruita in stile rinascimentale tra il 1854 e il 1858; l’ambiente, a pianta ottagonale, presenta, a ridosso della parete di fondo, l’altare marmoreo che ospita la venerata icona, attribuita a Sano di Pietro. Questo luogo è venerato da tutta la zona circostante, in quanto Maria Santissima del Rifugio è patrona e protettrice della Val di Chiana e della diocesi di Montepulciano – Chiusi – Pienza. L’immagine sacra della Madonna, che fu lasciata a Sinalunga nel 1460 da Pietro da Trequanda, che la portò via dalla Terra Santa.

Entro due nicchie, poste una di fronte all’altra, vi sono altrettanti altari laterali ottocenteschi, dedicati a San Bernardino da Siena (a sinistra) e a Sant’Antonio di Padova (a destra). L’ambiente è voltato con una cupola ottagonale priva di lanterna. Nella cappella sono custodite importanti opere d’arte, appese alle pareti laterali: l’Annunciazione di Benvenuto di Giovanni (1470), il Battesimo di Cristo di Guiduccio Cozzarelli (1483 circa), l’Incoronazione della Vergine col Bambino tra i Santi Simone e Taddeo dello stesso artista (1486).

Icona della Madonna del Rifugio

Si tramanda che l’icona venerata a Sinalunga, presso il Convento di San Bernardino: la “Madonna del Rifugio” sia appartenuta al Beato Pietro da Trequanda che l’avrebbe donata al convento.

Una leggenda parla che quello sarebbe il ritratto che l’evangelista S. Luca avrebbe fatto alla Madonna e che Pietro l’avrebbe portato a Sinalunga da un suo viaggio a Gerusalemme nel 1420. Non si ha notizia di alcun viaggio del Beato in Terrasanta tanto più che lo stesso era poco più che un bambino.

Molto più probabile è che Pietro possedesse questa splendida immagine in cartapecora, attribuita a Sano di Pietro e che nell’anno 1460 l’abbia donata a Giovanni da Capistrano per il Convento di Santa Maria che questi aveva fondato nell’anno 1449 nel “Poggio di Baldino presso Asinalonga”.

Quell’icona fu venerata e invocata non solo dagli abitanti del luogo ma dai popoli della Valdichiana e della Toscana.

Fu portata in processione per le vie di Sinalunga in numerose occasioni; nel 1668 per placare una terribile influenza che mieteva molte vittime, nel 1696 le fu attribuita la cessazione di un terribile terremoto.

La Madonna del Rifugio fu incoronata dal Capitolo di San Pietro il 6 settembre 1793; fu anche benedetta dal papa Pio XII e proclamata patrona della diocesi di Montepulciano, Chiusi e Pienza dal Vescovo Monsignor Alberto Giglioli.

PREGHIERA alla MADONNA del RIFUGIO

Maria Santissima del Rifugio, Vergine Santissima, che portate nel vostro bel titolo il ricordo e la promessa di tante grazie, eccoci con piena confidenza ai vostri piedi. Quante volte, Maria, avete impetrato la sanità, la pioggia o il sereno alle preghiere dei popoli da Voi protetti! Impetrate anche la salute ed il sereno delle anime nostre tenendo lungi da noi la tempesta del peccato. Mostratevi sempre rifugio dei peccatori e siateci specialmente rifugio nell’ora della morte acciocché l’anima spirando nelle vostre braccia sia raccolta da quelle di Gesù in paradiso. Amen.

Contatti

Contatti

Location

Maria SS. del Rifugio
Calcola percorso

Contatti

Maria SS. del Rifugio
  • Da Redazione
  • Email: info@sloginweb.com

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Maria SS. del Rifugio
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi