Madonna del Bosco

Descrizione

Descrizione

La vecchia chiesa di campagna voluta dal popolo di Spinazzola fu costruita tra il 1500 e il 1600 su un terreno donato alla città di Spinazzola dai Duchi di Calabritto. Il nostro piccolo Santuario fu costruito con materiali locali come il tufo e la pietra. Nel suo insieme era molto semplice, ma così ben inserito nel bosco, che a quel tempo lo circondava, che invitava chi lo visitava alla meditazione.

La facciata anteriore della chiesa era sormontata sul portale da un rosone circolare in tipico stile romanico pugliese, mentre sul tetto troneggiavano tre croci in marmo: una al centro della facciata e due poste lateralmente su ogni lato, così da guardare tutto il territorio circostante quasi a benedire tutto quello che abbracciavano con lo sguardo. Sempre sulla facciata anteriore o principale tra il rosone e il portale, fu apposta nel 1875 una scultura in pietra, eseguita da uno scultore di Bitonto, devoto della nostra Madonna del Bosco. Questa scultura raffigurava una Madonna con bambino su una quercia inserita in un portale di una chiesa; il riferimento al ritrovamento dell’Icona è chiarissimo e di conseguenza il piccolo santuario fu edificato nello stesso punto. All’interno della Chiesa vi erano due ordini di finestre che illuminavano la navata centrale e le nicchie dei Santi, mentre alla destra e alla sinistra dell’altare maggiore erano posizionate due tele di classico stile fiammingo; in un’altra abside, sempre sulla destra, era posta la copia del quadro della Madonna del Bosco che veniva portato in processione in paese.

Sulla facciata laterale destra, all’esterno, era posizionato un bel campanile realizzato sempre in tufo e pietra. Il campanile del santuario era sormontato da una croce in ferro battuto, forgiata da artigiani locali. Questo campanile fu eretto, espressione della devozione del popolo, nel 1837 dopo la devastante epidemia di colera asiatico che decimò gran parte della nostra popolazione. Sulla facciata posteriore del vecchio Santuario, vi era, infine, poggiata una piccola casetta con ingresso a “VIGNALE”, con scala esterna. Questa costruzione veniva usata dai parroci che la utilizzavano come sacrestia, ma serviva allo stesso tempo per l’accoglienza delle schiere di pellegrini che vi si recavano da Spinazzola e dalla vicina Basilicata, a piedi o con piccoli carretti.

Per oltre due secoli, questa bellissima chiesetta, ossia dal ritrovamento dell’Icona e costruzione del Santuario, fino al 1865 circa , fu meta di continui pellegrinaggi da parte di devoti che la raggiungevano anche scalzi. In seguito al degrado della costruzione e per mancanza di fondi per poter procedere ad un congruo restauro e relativa conservazione, si pensò di demolirlo definitivamente quando si ultimò la costruzione del nuovo Santuario.

Oggi quello che resta a ricordo della vecchia costruzione è solo un epitaffio che racchiude la scultura e le lapidi che ricordano in successione: la prima epidemia del 1837, la seconda il ritrovamento del quadro, dopo l’atto sacrilego, nel 1914; ed infine l’ultima lapide che ricorda il ringraziamento dei militari scampati al secondo conflitto del ‘43/45.

Il 16 agosto 1970 fu posta la prima pietra per la costruzione del nuovo santuario, e il 13 aprile 1971 il nuovo santuario divenne una realtà.

La costruzione di questo santuario fu un avvenimento di grande rilievo per la devozione alla Madonna del Bosco che coinvolse tutti i concittadini locali di Spinazzola e gli emigrati.

Su queste premesse si innestò quindi la volontà di un centinaio di uomini e di donne che insieme ripresero, con la celebrazione del centenario della nascita della prima Confraternita in onore di Maria SS.ma del Bosco, l’impegno a sostenere ed incrementare la conoscenza e l’amore verso la Madre di Cristo e Madre nostra, venerata Patrona di Spinazzola. Questa intima devozione alla nostra Mamma Celeste spinse l’associazione nel 1984 ad iniziare, la recinzione del santuario come sempre con fattiva collaborazione del comitato feste patronali e di quanti offrivano le proprie giornate lavorative per far sì che anche quest’opera si potesse realizzare quanto prima..

Sempre nello stesso anno fu costruito il nuovo viale ad angolo retto di acceso al santuario con lo spianamento parziale dello spazio prospiciente il santuario.

Dal 1985 ai giorni nostri, notevoli sono stati gli sforzi per rendere sempre più accogliente il nostro santuario.

– l’impianto di amplificazione sonoro interno ed esterno;

– la creazione di servizi igienici interni al santuario, parcheggi, ristoro, zone alberate e verde (parco attrezzato);

– la pavimentazione interna;

– l’impianto di illuminazione esterna alla chiesa ed esterna al santuario;

– nuova elettrificazione delle tre campane.

– Nell’anno 2006, grazie al contributo della regione Puglia, della Comunità Montana e come al solito di tanti e tanti fedeli spinazzolesi, in base al progetto realizzato dal nostro vescovo Mons. Mario Paciello, veniva modificato e rielaborato l’intero presbiterio, e l’altare, con la pitturazione completa di tutta la chiesa.

A conclusione possiamo asserire che lo spirito che ha sempre accomunato tutti i cittadini spinazzolesi, compresi anche gli emigrati, che hanno dato e continuano sempre a dare il proprio contributo economico al mantenimento del santuario, e’ stato quello di poter offrire sempre qualcosa, anche poca cosa. Se si pensa alle giornate lavorative offerte sin dall’esistenza del vecchio santuario, ai lavori campestri effettuati anche da contadini che magari poco partecipavano alla vita spirituale e parrocchiale, ma che ci tenevano a dare un piccolo e proprio contributo alla realizzazione ed al mantenimento di questa casa dove l’immagine della Beata Vergine del Bosco risiede abitualmente e da dove ci guarda tutti con cuore di Madre.

Contatti

Contatti

Location

Madonna del Bosco
Calcola percorso

Contatti

Madonna del Bosco
  • Da Redazione
  • Email: info@sloginweb.com

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Madonna del Bosco
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi