Associazione CNS

Collegamento Nazionale Santuari Italiani

Nascita del Collegamento Nazionale Santuari Italiani

Dal 29 novembre al 2 dicembre 1965, il Collegamento Mariano Nazionale a Roma, nella Cappella Borghesiana di Santa Maria Maggiore, inaugurava il primo Convegno dei Santuari Mariani d’Italia che svolse i suoi lavori ad Ariccia, nella “Casa Divin Maestro” della Pia Società S. Paolo.

Il 1 dicembre, i partecipanti al Convegno furono ricevuti in udienza dal Santo Padre Paolo VI.

Nacque così il Collegamento Mariano Nazionale, ad opera soprattutto di P. Francesco Maria Franzi, di Novara, di Don Umberto Terenzi di Roma e di Mons. Giovanni Stazzacappa di Padova, si proponeva di coordinare il lavoro e lo scambio di esperienze delle varie attività mariane operanti in Italia.
Ecco un breve sguardo retrospettivo al Collegamento nazionale, per giungere poi, al Collegamento Nazionale dei Santuari (CNS) e al Convegno dei Rettori che l’Associazione svolge ormai, con tanto impegno e con ottimi risultati da oltre quarant’anni.

Sguardo retrospettivo

L’8 dicembre 1953, a cura dell’Opera Madonna del Divino Amore, usciva il numero unico della rivista “La Madonna” periodico ufficiale per gli Atti del Comitato per l’Anno mariano 1954. Al termine di quell’Anno Mariano la rivista “La Madonna” continuerà a “diffondersi tra i fedeli a gloria di Dio e di Maria, a bene delle anime” Quando poi, nell’ottobre 1959, a Roma, nacque il Collegamento Mariano Nazionale, allora la rivista cominciò ad essere il periodico dello stesso CMN. Nel giro di pochi anni, il CMN attua o promuove grandi opere, come l’organizzazione della peregrinatio della Madonna di Fatima, avvenuta nel 1959 nei capoluoghi di Provincia, in preparazione alla consacrazione dell’Italia al Sacro Cuore di Maria. Nel 1973, il CMN si dà uno statuto che garantisca un’organizzazione più articolata, nello spirito cristologico ed ecclesiologico del Vaticano II, al fine di raggiungere mete comuni in ordine al culto verso la Vergine Maria.Tra le attività realizzate dal CMN ricordiamo le seguenti:

  1. Le settimane di studi mariani, nate esclusivamente per il clero, ma che dal 1972 furono aperte anche a religiose e laici;
  2. I convegni dei Rettori dei Santuari d’Italia, iniziati nel 1965 con lo scopo di fornire indicazioni dottrinali e pastorali per lo svolgimento della missione specifica dei Rettori;
  3. Le tendopoli nazionali mariane per i giovani, ideate nel 1974 a Messina, durante la XIV settimana di studi mariani;
  4. L’Unione Redazionale Mariana (URM), che rappresenta un’altra iniziativa sorta e portata a buon termine precisamente all’ombra del CMN.

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi