Madonna della Pace

Descrizione

Descrizione
Il borgo medioevale di Calestano è situato nella Val Baganza da dove si arriva allo storico itinerario della Via Francigena.
Nel Santuario Madonna della Pace l’oggetto del culto è l’immagine della Madonna che la tradizione vuole essere stata portata da Roma dai frati Amedeiti, nel XV secolo.
Dapprima l’immagine era presso l’Oratorio della Pace di Borgo delle Colonne.
L’attuale edificio fu iniziato il 13 dicembre 1908 e solennemente benedetto il 2 luglio 1916 con l’intitolazione di Santa Maria della Pace.

LA STORIA

Il luogo di culto originario fu costruito in epoca medievale; la più antica testimonianza della sua esistenza risale al 1230, quando la cappella fu citata nel Capitulum seu Rotulus Decimarum della diocesi di Parma tra le dipendenze della pieve di Castrignano.
Nel XV secolo fu probabilmente ricostruita la zona absidale del tempioromanico.
Nel 1494 fu menzionata per la prima volta l’intitolazione della chiesa a san Pietro Apostolo.
Tra il XVI e il XVII secolo il presbiterio absidato fu coperto con una volta a botte lunettata.
Nel 1908 furono avviati i lavori di costruzione di un nuovo tempio in adiacenza a quello medievale, su progetto dell’architetto Alfredo Provinciali; l’edificio modernista, affiancato da due cappelle, fu completato nel 1915, riutilizzando e sopraelevando il campanile dell’antico luogo di culto, che fu adibito a salone parrocchiale.
Il 2 luglio del 1916 fu collocata nell’ancona dell’altare maggiore la venerata statua della Madonna della Pace, proveniente dall’oratorio di Santa Maria della Pace di Parma, sconsacrato due anni prima.
Nel 1928 fu costruita la facciata in forme eclettiche, su disegno dell’architetto Camillo Uccelli.
Intorno al 1950 furono avviati nuovi lavori, con la realizzazione di due cappelle sul lato destro, su progetto dell’architetto Italo Costa; nel 1962 furono aggiunte per simmetria le due cappelle sulla sinistra e furono costruiti due locali di servizio ai fianchi della facciata, che fu allargata in perfetta continuità stilistica col resto del prospetto; nel 1963 furono infine decorati gli interni da Manlio Manuati.
Il 12 ottobre del 1969 il vescovo di Parma Amilcare Pasini elevò il tempio a santuario diocesano, dedicato a santa Maria della Pace.
La facciata del 1928, realizzata su progetto dell’architetto Camillo Uccelli, è organizzata su due ordini classici sovrapposti conclusi da timpano triangolare. L’ordine inferiore, separato da quello superiore da una cornice a dentelli, è caratterizzato da sei lesene, quattro delle quali con capitello composito, che creano cinque partiture scandite da riquadri, oculi e festoni. Al centro il portale è sormontato da una lunetta sporgente con motivi classicheggianti. La zona soprastante, invece, è caratterizzata da quattro lesene che creano tre campiture: in quella centrale si aprono tre monofore ad arco dotate di vetrate policrome. Separa questo ordine dal timpano la cornice a dentelli che delimita gli spioventi stessi. Il campanile a pianta quadrata sorge sul lato nord e presenta cella campanaria ottagonale aperta da quattro monofore ad arco e cuspide rivestita di rame. L’interno è a navata unica, con tre cappelle laterali per parte, comunicanti tra loro, e due locali accessori in facciata. L’abside è poligonale e presenta un catino con emicupola a vela e zona presbiterale con volta a botte unghiata, come nel resto dell’aula. Le cappelle laterali, invece, hanno le due esterne volte a crociera, mentre quella interna copertura a botte.

Contatti

Contatti
  • Indirizzo
     VIA PROVINCIALE 35 43030 CALESTANO PR
  • Telefono
  • Regione
    Emilia Romagna
  • Location
    CALESTANO

Location

Madonna della Pace
Calcola percorso

Contatti

Madonna della Pace
  • Da Redazione
  • Email: info@sloginweb.com

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Madonna della Pace
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi