Natività di Maria a Novezio

Descrizione

Descrizione
Si trova nella frazione di Novezio, a ridosso della Valle di Trinale, sulla strada provinciale Cerete-Songavazzo.
Risulta difficile poter stabilire le origini storiche del santuario, ma risulta databile al 1453 uno degli affreschi posti all’esterno, raffigurante San Giorgio che abbatte il drago. Gli studi più recenti fanno risalire Cerete come pure Novezio a periodi precedenti, quindi è possibile che le origini del Santuario siano più antiche.
Il santuario di Novezio fa parte della parrocchia dei SS. Filippo e Giacomo di Cerete sin dalla creazione di quest’ultima. Nell’atto di smembramento della parrocchiale di san Vincenzo è specificato con chiarezza (La precisazione andava fatta per correggere quanto è stato scritto a proposito a supposta dipendenza del santuario dalla chiesa di Songavazzo: il parziale distacco di alcune famiglie, nel tempo, è stato abusivo e oggetto di vero richiamo da parte del vescovo diocesano).
Nel 1575 quando san Carlo Borromeo arcivescovo di Milano, passò da Cerete, visitò anche la “ chiesa campestre della Natività di Maria”. Allora si presentava con “altare in piccola cappella dipinta, senza tele”. Successivi interventi la resero più decorosa e bella. Di questa parte rimangono solo le pareti perimetrali. Nel 1857, infatti, un furioso incendio, causato probabilmente dall’imprudenza di un «romito» che aveva fatto ardere la legna per mantenere al caldo i «bigatti» bachi da seta nelle stanze superiori, destinate a sua abitazione, l’aveva scoperchiata devastandola.
«La casa del romito, tutta, fu preda delle fiamme, eccettuata la stalletta dietro alla fontana, la camerina sopra il coro e la sagrestia perché fatta a volta di mattoni. In chiesa rimase intatto la volta sopra il presbiterio e il piccolo coro, benché molto anneriti dal fumo: del resto, non eccettuata la stanza sopra il portico esterno col suo soffitto e pavimento, non rimasero che le sole muraglie, sìa della chiesa, che della casa […] Tanto erano infuocate che i sassi si disfacevano in piccoli pezzi, quasi calcinati»
La ricostruzione fu alquanto rapida come riportano i testi del tempo
«La fabbrica di questo tetto fu tanto celere, che sobra le arse muraglie non cadde goccia d’acqua piovente.[…]»
Prima dell’incendio il tetto, sia della chiesa che della casa, aveva diversi spioventi. Dovendola ricostruire per intero si decise di ridurlo a due spioventi. Il 29 novembre, i lavori erano iniziati alla metà di giugno, furono ricondotti e collocati al loro posto i mobili. Anche le scale e i pianerottoli del campanile furono rifatti o restaurati, come pure fu ben saldata sul suo zoccolo la campana più piccola che minacciava di staccarsi.
L’organo, commissionato ad Angelo Bozzi di Bergamo nel 1711 e messo completamente fuori uso dal fuoco, fu sostituito nel 1860, a opera di Luigi Perolini di Villa D’Ogna, I guai, per la chiesetta di Novezio, non erano purtroppo ancora finiti: il 14 giugno 1894, un fulmine colpi il campanile e spezzo la croce. Questa cadendo dopo aver passato la volta della chiesa e colpito l’altare usci dalla finestra senza colpire quanti si erano rifugiati in chiesa per ripararsi dal temporale.
Tra il 1973 e il 1974 venne effettuata un’opera di restauro interno, gli stucchi che abbellivano la struttura interna vennero restaurati e abbelliti con doratura, a opera dei fratelli Taragni (figli del decoratore Fermo Taragni). Nel 1997 grazie alla generosità di un benefattore si effettuo un intervento di manutenzione sulla parte esterna del santuario. Nel 2016 il in seguito a una manutenzione straordinaria il tetto è stato rifatto completamente per risolvere problemi di infiltrazione dalla ditta Fratelli Agliardi. Nello stesso intervento è stata restaurata la lunetta posta sulla facciata degradata e quasi illeggibile. Il fine lavori è stato inaugurato 11 settembre 2016 durante la festa di Maria Bambina a cui è dedicato il santuario con la presenza del vescovo di Bergamo monsignore Francesco Beschi e il parroco don Sergio Alcaini.

da Wikipedia

Contatti

Contatti
  • Indirizzo
    FRAZIONE NOVEZIO   24020 CERETE BG
  • Telefono
  • Regione
    Lombardia
  • Location
    CERETE

Location

Natività di Maria a Novezio
Calcola percorso

Contatti

Natività di Maria a Novezio
  • Da comunicazione
  • Email: comunicazione@papagiovannisottoilmonte.org

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Natività di Maria a Novezio
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi