Santa Maria delle Grazie (Basilica Santuario)

Descrizione

Descrizione

Il Santuario di Santa Maria Incoronata delle Grazie, (intitolato alla Madonna delle Grazie) è uno dei santuari mariani della Campania. Situato nell’omonima contrada del comune di Contursi Terme, è stato elevato a Santuario nel 1901 e Basilica minore nel 1959.

Nel 1360 dei frati francescani giunsero sul colle dominante del piccolo villaggio di Contursi, dove dopo tanto cammino edificarono un’edicola con un affresco della Madonna che allatta Gesù Bambino.

Nel 1657 a Contursi vi era un esteso contagio di pestilenza che uccise la maggior parte degli abitanti. Il giorno 2 Luglio, una donna di nome imprecisato si reca in preghiera dinanzi all’edicola della Madonna. Improvvisamente la veggente fu accecata da una potentissima luce proveniente da una quercia al lato dell’edicola. Era apparsa la Madonna, che disse alla veggente che la pestilenza in Contursi sarebbe cessata solo dopo la morte del parroco Don Donato Forlenza, e che dopo questo miracolo, sul luogo dell’edicola, doveva essere costruita una Cappella in suo onore. La donna andò subito alla Chiesa maggiore di Santa Maria degli Angeli a raccontare quanto accaduto all’arciprete. Insieme si recarono sul colle, e, sul luogo dove era apparsa la Santa Vergine, trovarono una bella statua, un altro miracolo. Il giorno dopo una solenne processione partì dalla Chiesa Maggiore e si recò verso il luogo santo, dove l’Arciprete Don Donato Forlenza fece un discorso al popolo, dicendo che egli accettava volentieri e offriva l’olocausto a Dio e alla Madonna. Al ritorno della processione il segno pestilenziale apparve sul buon parroco, e dopo 24 ore volò in Paradiso.

Gli abitanti di Contursi , riconoscenti alla Madonna, con tanto aiuto dei forestieri venuti a conoscenza degli eventi miracolosi, edificarono una grande Cappella sotto il titolo di “Santa Maria delle Grazie”. Subito accorsero pellegrinaggi da ogni zona della Campania.

Nel 1704 i fedeli che accorrevano a questo luogo erano tanti, così tanti che il Tempio eretto poteva contenerne solo una parte. Così venne allargata la Chiesa.

Circa nell’ottocento fu edificato un altare dedicato a Santa Filomena, come ringraziamento di alcune grazie da parte della Santa. Fu adornato con una statua lignea e con delle reliquie.

Un altro evento miracoloso assai degno di nota si verificò nel 1864, quando, erano ancora in corso i restauri della Chiesa Maggiore di Santa Maria degli Angeli quando la signora Gerardina Branca assisteva una sua nipote di tenera età che trascorreva il tempo sulla facciata della Chiesa della Madonna, che a quel tempo era circondata da un prato cosparso di rovi e spina. La donna, di modeste condizioni di salute, ebbe in visione la Madonna che le disse “stammi a sentire, la bambina te la guardo io” così dicendo, la Madonna sgombrava il prato dalle smisurate fioriture, e aggiunse “dietro questa chiesa vi è un suolo dove si deve fabbricare”, e Gerardina rispose “ma come farà l’arciprete se sono ancora in corso le restaurazioni della chiesa maggiore?”, la Madonna le rispose “figlia, con il denaro, frutto del buon sacrificio e sudore dell’uomo, si può far di tutto”.

I contursani, venuti a conoscenza del nuovo evento divino verificatosi, si impegnarono a creare una più dignitosa facciata alla Chiesa.

Numerosi pittori e scultori misero la loro mano nel Santuario di Contursi. Il soffitto venne decorato con varie opere di stucco, legno e marmo. L’altare maggiore fu decorato con alcuni affreschi, e lungo il contorno della nicchia che ospitava la veneranda statua della Madonna, vennero scolpiti angeli in legno e fissati tantissimi ex voto dei contursani, che donavano alla Madonna in rendimento per grazia ricevuta.

Tutte queste opere di abbellimento furono fatte a spese dei paesani, con il denaro ricavato dalle vendite di latte e ricotta delle mandrie di Contursi.

Il Santuario, dopo tutti i vari eventi miracolosi, attirava sempre un maggior numero di pellegrini, che si radunavano insieme ai contursani il 2 Luglio, che divenne poi soprannominato “Lu feston p’ la Maronna”.

Contatti

Contatti
  • Indirizzo
     Via Madonna delle Grazie 84024 CONTURSI TERME SA
  • Telefono
  • Regione
    Campania
  • Location
    CONTURSI TERME

Location

Santa Maria delle Grazie (Basilica Santuario)
Calcola percorso

Contatti

Santa Maria delle Grazie (Basilica Santuario)
  • Da Redazione
  • Email: info@sloginweb.com

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Santa Maria delle Grazie (Basilica Santuario)
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi