Santa Maria della Grottella

Descrizione

Descrizione

UN PO’ DI STORIA DEL SANTUARIO…

La storia del Santuario nasce nel 1543 d.c., anno in cui fu rinvenuta l’icona della “Madonna col Bambino” che ha creato le premesse per la costruzione della struttura monumentale e che oggi domina il centro dell’abside della Chiesa. Perchè il nome Grottella ? Probabilmente perchè l’immagine è stata rinvenuta in una grotta, perciò, il ritrovamento della grotta con dentro l’immagine dipinta di una Madonna rappresenta per i ricercatori il punto storico di partenza di questo santuario mariano.

Il ritrovamento avvenne secondo alcuni tra il 1545 e il 1550, secondo altri verso il 1543, ad opera di un pastore che girovagava in un campo in cerca di un vitello smarrito. Addentratosi tra i rovi, vide un piccolo foro e, colto dalla curiosità, si accorse che in fondo ad un sotterraneo si intravedeva una immagine di Maria, davanti alla quale pendevano due lumi e di fronte, in ginocchio, posava lo smarrito vitello. Il fanciullo corse dal suo massaro il quale si preoccupò di avvisare il clero del paese. Dopo aver battezzato l’immagine “Madonna della Grottella”, il clero fece erigere inizialmente una cappella che divenne ben presto meta di pellegrinaggio e di venerazione per la gente del contado. Il Vescovo di Nardò di quel periodo, mons. Bovio, dopo aver constatato l’aumentato afflusso di fedeli pellegrini nell’occasione della sua venuta in visita pastorale a Copertino, dispose la costruzione di una Chiesa (quella ove ora ci troviamo) e l’immagine della Vergine fu incastonata nella parete centrale della Cappella. Siamo nel 1579. Congiuntamente il Vescovo fece costruire una residenza estiva per sè e per i suoi successori e solo più tardi, nel 1618, iniziarono i lavori per la costruzione del Convento annesso al Santuario.

La Chiesa fu chiamata in un primo tempo S. Maria delle Grotte a conferma della supposta presenza di altre grotte nella zona, poi, S. Maria della Grottella. Col passare dei secoli, il Santuario ed il Convento vennero chiamati semplicemente “Grottella”. Perchè “S.Maria delle Grotte” viene da domandarsi. La storia narra che alcuni monaci di S. Basilio dall’8° all’XI° secolo giunsero nella terra salentina dall’oriente per sfuggire alla persecuzione degli imperatori iconoclasti.

Dal 1884, anno dell’alienazione del complesso santuario-convento, fino al 1949, anno di riappropiazione dei frati minori conventuali, la struttura ha subito il degrado maggiore. Quando nel 1949, il complesso santuario-convento fu messo all’asta, i frati non si lasciarono sfuggire l’occasione e nella persona di p. Egidio Merola, allora padre guardiano, parteciparono alla vendita all’asta a Lecce e riuscirono così a riottenere il complesso santuario. Nonostante la legalità dell’acquisto, solo nel 1954 i frati poterono rimettere piede nel convento in quanto non riuscivano a superare le ultime resistenze opposte dagli eredi Quarta.

 

Contatti

Contatti

Location

Santa Maria della Grottella
Calcola percorso

Contatti

Santa Maria della Grottella
  • Da Redazione
  • Email: info@sloginweb.com

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Eventi

Santa Maria della Grottella
No Eventi Found

*i campi contrassegnati con l'asterisco * sono obbligatori

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi